verbale 11 settembre

Sono presenti: Lucia, Lello, Mirco, Silvia, Antonio, Giuliana, Cisco e Sandro.
Il direttivo inizia valutando le richieste di nuovi ingressi nella nostra associazione, pervenuteci negli ultimi
mesi; si decide di dare loro riscontro invitando queste persone alla prossima festa di BioNovara del 6
ottobre. In tal modo avranno la possibilità di porci tutte le domande che desiderano e noi avremo modo di
far conoscere la nostro Gruppo in un contesto ottimale.
Si ricorda che il 29 settembre avremo modo di visitare l’azienda agricola di Fabio Zignani (in località Fornaci
di Oleggio). La data ci è stata confermata da Fabio e seguiranno, al più presto, maggiori dettagli;
sommariamente ci si troverà nel primo pomeriggio presso il parcheggio della chiesa delle Fornaci e da li
partirà il giro di visita. Visto che Fabio prevede di offrirci una piccola merenda, gli è necessario sapere in
quanti parteciperemo: Lucia si mette a disposizione per raccogliere le adesioni entro e non oltre domenica
22 settembre.
In merito alla mail inviata sul gruppo da Lucia per conto di Aequos (che segnalava un problema ad uno dei
produttori storici della cooperativa), si decide di partecipare alla riunione prevista ad Uboldo per il 19
settembre 2019, al fine di comprendere meglio l’accaduto e portare il nostro punto di vista relativo alla
vicenda. Parteciperanno Lucia, Lello e Silvia, i quali riferiranno poi al gruppo quanto verificato.
Lucia mette a corrente il direttivo dell’evolversi del progetto di scambio culturale sul tema del biologico e
delle scelte di vita sostenibili fra Italia e Francia. Come anticipato negli scorsi verbali, il gemellaggio fra il
comune di Mezzomerico ed il comune francese di Bellefond potrebbe essere un’opportunità per dar vita al
progetto sopracitato. Lucia a fine agosto ha avuto modo di andare a Bellefond e proporre questa iniziativa;
il presidende del gemellaggio francese si è detto molto interessato. A questo punto inizierà uno scambio di
mail che, ci si augura, porterà ad un confronto su questo tema in occasione del prossimo viaggio di visita in
Italia della delegazione francese. Verrete tenuti aggiornati sull’evolversi del progetto.
Infine si affronta il tema di come partecipare, da parte nostra, alla festa di BioNovara del 6 ottobre prossimo.
Innanzitutto abbiamo scelto quello che sarà il nuovo logo della nostra associazione; Dagmar infatti, nei mesi
scorsi, è stata incaricata di progettarne varie ipotesi. Di quello scelto (di cui invieremo foto sul gruppo
WhatsApp) abbiamo deciso di farne uno striscione da usare nelle occasioni come quella suddetta, al fine di
identificare un nostro gazebo. Per quel che riguarda lo specifico, parteciperemo con una piccola esposizione
di oggetti sul tema del riciclo creativo della plastica, con un banchetto di libri usati da vendere ad offerta
libera e il cui ricavato sarà devoluto in beneficenza (a tal proposito siamo tutti coinvolti nel cercare nelle
nostre librerie testi a cui non siamo più interessati), con una esposizione di foto che testimonierà il nostro
impegno nella distribuzione del fresco settimanale aiutati anche dai ragazzi disabili del Cisas ed infine con
un laboratorio di autoproduzione che avrà come protagonisti il nostro amato dado vegetale ed il bagnetto
verde a base di prezzemolo. In quella occasione sarà presente anche la Banca Del Tempo di Oleggio con il
Mercatino dell’usato. Prossimamente BioNovara renderà noto in dettaglio il programma della festa e le
iniziative proposte.
Il direttivo termina alle 23,00 circa.

Assemblea annuale 15 febbraio 2020

VERBALE ASSEMBLEA ANNUALE GASBIO – 15 febbraio 2020

Presenti: Lucia Mogentale, Claudio Comotti, Antonella Cortese, Alessandro Scacchi, Nicoletta Albergo, Luana Degregori, Raffaele D’Acunto, Fabio Comazzi, Marco Panebianco, Davide Motta, Mirco Fagioli, Caterina Brusotti, Annalisa Destefano, Sonia Bernandi, Rosamaria Abate, Agostino Festari, Ezia, Eleonora Imazio e Daniela Lussana. Marco, Daniela ed Eleonora partecipano con l’intenzione di iscriversi alla nostra associazione; in realtà per Marco si tratta di una reiscrizione , infatti nei prima anni di GasBio era un attivista e riporta all’assemblea quelle che sono state le sue esperienze in questi ultimi anni. Daniela ed Eleonora, che abitano rispettivamente a Bellinzago ed a Oleggio, si presentano dicendo che provengono da esperienze di acquisto di prodotti biologici solidali là dove abitavano cioè l’una a Varese e l’altra a Trieste. Soprattutto per Daniela ed Eleonora si dà spazio ad  un momento di riassunto sulle nostre origini (come Gas), sui nostri principi e le nostre dinamiche di relazione con i produttori a cui ci rivolgiamo.

Inizialmente Lucia, attuale presidente dimissionario, introduce la relazione sulle attività svolte nell’anno appena trascorso esplicitando gli obbiettivi raggiunti:

1° Obbiettivo concretizzatosi:

Durante la primavera scorsa, Anna, Silvia e Daniele con la collaborazione di Gianna come docente, hanno proposto nel plesso scolastico elementare di Marano Ticino, il “PROGETTO SCUOLA” suggerito nel 2018 attraverso Aequos. Gli incontri hanno voluto far conoscere ai bambini, attraverso attività di simulazione, cosa sono e come funzionano un Guppo di Acquisto e una Banca del Tempo; realtà spesso sconosciute alla maggior parte di loro. Il progetto è stato molto apprezzato dalle docenti ed in questo 2020 verrà riproposto nel mese di marzo  a delle classi terze e quarte di un plesso scolastico di Oleggio.

2° Obbiettivo

Durante la tarda estate e l’inizio dell’autunno abbiamo collaborato all’organizzazione e partecipato alla Festa di BioNovara tenutasi il 6 Ottobre ad Oleggio presso il parco di Villa Calini. E’ stata una bellissima esperienza che ci ha dato l’opportunità di farci conoscere e di interagire con altre realtà del territorio; inoltre credo sia stato un momento importante per ritrovarci coesi come gruppo. L’intento da parte degli agricoltori Biologici del novarese è quello di riproporre l’evento anche nel 2020, probabilmente nei primi giorni di ottobre. Inoltre la prossima richiesta di BioNovara sarà quella di entrare a far parte della Consulta Comunale delle Associazioni di Oleggio.

 

3° Obbiettivo

Rapporto con i nostri produttori: a settembre una dozzina di noi hanno fatto visita all’azienda di Fabio Zignani; la giornata di sole ha permesso la visita ai campi ed una piacevole merenda nel cortile della loro cascina.

Invece, la visita prevista al Biocaseificio Tommasoni è stata momentaneamente rimandata alla primavera 2020.

4° Obbiettivo

All’inizio del 2019 ci eravamo prefissati di sostenere maggiormente e consolidare il nostro rapporto con il  progetto portato avanti da Lello, ossia “La Zappa Arcobaleno”, che nel frattempo è divenuta a tutti gli effetti un’Azienda agricola. Così è stato, e durante l’estate sono stati molti gli ordinativi di verdura richiesti loro da parte nostra; per altro pienamente soddisfatti sia per quantità che per qualità dei prodotti. Naturalmente il nostro rapporto con loro continuerà anche in questo 2020 ed anzi si metterà in atto addirittura una programmazione di alcune loro colture in funzione delle nostre richieste: meglio di così………. Infatti il progetto è in via di ampliamento: i ragazzi coinvolti attualmente sono 3 ed è stato coinvolto anche un ragazzo italiano disponibile a collaborare ed aiutare Lello nel coordinamento delle attività; andranno a coltivare in totale circa un ettaro di terreni situati a Santa Cristina, una frazione di Borgomanero. Inoltre è partito anche il progetto di prefinanziamento di questa realtà, da parte di alcuni di noi, di cui si è ampliamente parlato nei verbali dei direttivi precedenti.

 

5° ed ultimo Obbiettivo raggiunto

Reti di collaborazione fra la nostra associazione e realtà affini del territorio: la prima iniziativa in tal senso l’abbiamo concretizzata con il Mercatino di Scambio e Baratto organizzato in collaborazione con la Banca del Tempo di Oleggio (la cui presidente è anche una nostra socia). L’evento si è tenuto in Villa Calini ad Oleggio appunto, nel mese di giugno ed ha riscosso un discreto successo; è stato poi riproposto anche durante la Festa di BioNovara ad ottobre e si ripeterà  anche nella prossima primavera. A questo punto ci auguriamo che diventi una ricorrenza periodica.

Inoltre, sempre nel giugno scorso, abbiamo collaborato con la cooperativa “Locomotiva” organizzatrice di un torneo annuale di calcio amatoriale svoltosi a Loreto (frazione di Oleggio) con il fine di raccogliere fondi da devolvere alla loro attività sociale che riguarda l’integrazione nel mondo del lavoro delle persone diversamente abili.

Altra collaborazione è avvenuta, da parte di alcuni nostri soci, con l’azienda BioMatto di Arona dove Francesca, la titolare, propone una coltivazione di piante da orto e micro-ortaggi certificati biologici; si dedica inoltre nella gestione di un agriturismo dove vorrebbe organizzare incontri di autoproduzione per i quali, appunto, ha chiesto la nostra collaborazione e disponibilità. E’ anche responsabile di una “Yurta nel Bosco” dove propone attività rivolte non solo a bambini e ragazzi ma anche ad adulti: il fine è quello di ritrovare un’armonioso contatto con la natura e i suoi ritmi.

Lucia si dice soddisfatta di questo anno comunque intenso e ricco di esperienze; l’intento di puntare su pochi obbiettivi e perseguirli al meglio, crede sia stato l’approccio migliore e più funzionale.

In relazione a nostre iniziative per il 2020, sempre Lucia ci aggiorna su un progetto da lei già proposto all’interno del nostro gruppo e cioè una collaborazione con il Gruppo di Gemellaggio Mezzomerico/Bellefond (piccolo paese francese situato vicino a Digione). Il progetto ha come tema le scelte di stili di vita sostenibili, la realtà italiana e quella francese a confronto. Il progetto dovrebbe consistere in un momento di scambio culturale in occasione della prossima visita, in estate, della delegazione francese nel nostro territorio. In quell’occasione l’intenzione è di far conoscere realtà quali La Zappa Arcobaleno, Il Gruppo Abele di Montrigiasco, BioMatto, La Locomotiva e il nostro stesso GAS agli ospiti francesi, così da far conoscer loro esperienze dove si scelgono stili di vita rispettosi dell’ambiente, attenti alla propria alimentazione e sensibili a tematiche sociali. Si propone la formazione di un gruppo di lavoro che segua l’organizzazione e la coordinazione del pomeriggio in cui il tutto verrà proposto (la data purtroppo non è ancora stata stabilita).

La parola, a questo punto passa a Fabio che durante l’anno ha seguito, per il nostro gruppo, la riforma che interessa tutto il terzo settore e  alla quale noi, in quanto associazione di promozione sociale, dovremo adeguarci. Attualmente non ci sono novità in proposito, quindi rimaniamo in attesa dei decreti attuativi della riforma; nel frattempo Fabio, basandosi su realtà simili alla nostra, ha già stilato una proposta di nuovo Statuto per il nostro Gas: in realtà le modifiche apportate non sono così rilevanti, senz’altro ci si dovrà adeguare con una protezione assicurativa per i “soci/utenti”.

Si passa poi al rinnovo delle cariche associative:

  • Elezione nuovo Presidente – a più voci si chiede a Lucia di proseguire nell’ottimo lavoro svolto finora, ma lei si dice convinta nel lasciare spazio a nuove energie e nuovi imput; l’assemblea, dopo averla ringraziata con un applauso per il suo generoso impegno, esamina tra i presenti eventuali disponibilità. Non trovandone, delega al prossimo direttivo il compito di consultare anche le persone assenti alla riunione e valutarne l’eventuale candidatura. A tal proposito Mirco suggerisce l’eventualità di eleggere sia un presidente che un vice presidente, in modo tale che quest’ultimo si formi nel primo biennio, per poi ricoprire il ruolo di presidente nel secondo biennio, dando in questo modo continuità al lavoro di coordinazione del nostro gruppo.
  • Elezione Direttivo – sono dimissionari anche 3 componenti del direttivo (Alessio Anselmi, Giuliana Portioli e Silvia Camera).

Rimangono in carica: Davide Motta, Alessandro Scacchi e Raffaele D’Acunto

Si propongono disponibili come nuovi consiglieri: Luana Degregori e Sonia Bernardi.

  • Cassiere è riconfermato Davide Motta e vice-cassiere Daniele Tandura
  • Tesoriere è riconfermato Marcello Gerundini.

N.B.: vista l’impossibilità di eleggere momentaneamente un nuovo Presidente, il prossimo direttivo si riunirà mantenendo le stesse cariche societarie in attesa di trovare soluzione alla situazione; saranno però coinvolti anche coloro che si sono proposti come nuovi consiglieri  (Sonia Bernardi e Luana Degregori)

 

Si passa poi ad affrontare argomenti vari ed eventuali:

  • L’assemblea cercando di chiarire la situazione che recentemente ha coinvolto il ruolo di Mirco quale referente dell’ordine di Officina Naturae, chiede appunto a quest’ultimo la sua disponibilità a mantenere tale ruolo; Mirco, viste le circostanze, ribadisce che preferirebbe piuttosto divenire referente di un altro prodotto; se ne prende atto e nel prossimo direttivo si valuterà una possibile alternativa;
  • Si fa presente che è necessario organizzarsi per coprire i turni Aequos di incassettamento ad Uboldo;
  • Claudio ci ricorda del questionario che Aequos propone a turno nei vari Gas che ritirano a Vanzaghello e che ha come fine il monitoraggio della qualità dei prodotti acquistati;
  • Viene ribadita la necessità di mantenere l’aiuto alle coppie giovani con figli piccoli, per le mansioni di distribuzione e ritiro dei prodotti (come per altro fatto fino ad ora);
  • Ricordiamo che è necessario rinnovare la convenzione con il C.I.S.AS per continuare ad avere la collaborazione, del sabato mattina, dei ragazzi diversamente abili di Cascina Trolliet e dei loro educatori/operatori Raffaella e Cristiano;
  • Sonia e Marco ribadiscono l’importanza di coltivare all’interno del nostro gruppo, l’attenzione all’autoproduzione (saponi, detergenti, ma non solo);
  • Si torna sull’esigenza di trovare una soluzione alla fornitura di pasta integrale (che, si è verificato, Terra e Cielo non è più in grado di fornirci);
  • Nicoletta propone la partecipazione, soprattutto da parte delle donne, alla Marcia per la Pace Perugia/Assisi che si terrà nella seconda settimana di ottobre 2020 (la proposta è emersa dal gruppo organizzatore del Flashmob contro la violenza sulle donne, tenutosi oggi, 15 febbraio, ad Oleggio);
  • Fabio porta la nostra attenzione sulla proposta di Medicina Democratica che si riferisce al Nuovo Polo Ospedaliero in progetto a Novara, proponendo anche la firma al loro appello.

Non avendo altro di cui discutere, alle 19,30 l’assemblea si chiude con un’ottima cena condivisa.

 

Oleggio, 15 febbraio 2020                                                   Attuale Presidende

 

                                                    

 

 

 

 

 

 

 

Direttivo del 22 gennaio 2020

VERBALE Direttivo del 22 gennaio 2020
Sono presenti: Antonio, Fabio, Lucia, Sandro, Lello, Silvia e Davide.
Come primo punto da affrontare, Fabio mette a disposizione del direttivo copia della bozza del
nuovo statuto; ne illustra le parti da lui adeguate alla nuova normativa per il terzo settore (in cui
noi dovremmo ricadere in quanto Associazione) e si stabilisce di inoltrarlo tramite mail in modo da
renderlo fruibile a tutto il gruppo. Se ne parlerà poi in occasione dell’assemblea del 15 febbraio
prossimo.
Lucia da’ lettura della bozza dell’articolo richiestoci da “Oleggio Grande” per pubblicarlo sul loro
sito; se ne correggono insieme alcune parti e si propongono degli approfondimenti di alcuni
argomenti. La bozza definitiva verrà girata poi sul gruppo e se non dovessero essere proposte altre
modifiche se ne invierà copia a Marina Betti che si occuperà della pubblicazione.
Ci si confronta, poi in merito alla reazione avuta dal distributore di zona dell’ordine di olio extra
vergine di oliva da noi ricevuto poco tempo fa; se ben ricordate il produttore ci fece sapere che per
soddisfare il nostro ordine ci proponeva un certo numero di latte dell’anno scorso e altro olio
proveniente da altri produttori del medesimo territorio. Alla nostra richiesta di notizie relative alle
aziende da cui proveniva questo altro olio, Gianfranco Milanesi (responsabile della distribuzione
per il nord Italia) ha reagito in modo un po’ stizzito, ritenendo la nostra richiesta inadeguata e
comprovante di una certa mancanza di fiducia nei loro confronti. Il direttivo ritiene che la nostra
richiesta di informazioni (per altro non ottenute) è stata fatta con estremo garbo e rispetto nel
pieno diritto da parte nostra, in quanto consumatori, di meritare trasparenza e chiarezza. Del che si
decide, prima del prossimo ordine annuale, di chiarire la nostra intenzione di ottenere un olio
proveniente preferibilmente dalla “Casa dei Giovani” e se questo non dovesse essere possibile,
poter avere chiare informazioni sulle aziende a cui loro avrebbero intenzione di appoggiarsi per
soddisfare la nostra richiesta.
Lucia riferisce del confronto telefonico avuto con Fabio Zignani in merito alla sua mail inviataci
all’inizio di gennaio. Fabio ha ribadito la sua decisione di collaborare con la PPDO di Varese e di non
riuscire più a fornire il nostro Gas (le motivazioni sono quelle già da lui espresse nella sua mail). Per
altro lascia a noi la scelta di continuare la collaborazione con lui attraverso questo nuovo canale. Gli
sono state fatte presenti le nostre principali criticità, in questa eventualità: 1) la necessità da parte
nostra di aprire un ulteriore piattaforma ordini parallela a quella di Aequos (con oggettive difficoltà
organizzative e logistiche, da parte nostra); 2) l’improbabilità, nel caso di un ordine fatto da noi alla
PPDO, di ottenere prodotti provenienti dall’azienda stessa di Fabio Zignani (cioè, per noi, a km 0);
verrebbe cioè a mancare il requisito fondamentale per cui decidemmo al tempo di iniziare la
collaborazione con BioNovara. Il direttivo ha valutato in tal senso anche altre alternative; si decide
comunque di rimandare la decisione finale dopo un confronto con tutto il gruppo durante
l’assemblea del 15 febbraio.
Ci si confronta poi su come rispondere all’invito pervenutoci da Aequos per partecipare ad un
“Gruppo di Sviluppo” che avrebbe l’obbiettivo di individuare ed attuare iniziative di crescita della
Cooperativa, nei vari territori presidiati dai vari Gas (l’incontro si terrà il 30 gennaio 2020 in luogo
ancora da stabilirsi). Il dirittivo valuta che nel momento attuale, oggettivamente non abbiamo,
nostro malgrado, le risorse umane e la disponibilità per partecipare a questa iniziativa. Del che si
provvederà a comunicare ciò ad Aequos, ringraziandoli comunque per la considerazione.
Per altro abbiamo ricevuto anche l’invito alla decima festa di compleanno di Aequos, che si terrà il
23 febbraio 2020 nella solita sede della Pro Loco di Villa Cortese in via Padre Kolbe 35 a Villa
Cortese (MI). Sarebbe bello partecipare almeno in 5 o 6 di noi e visto il tema (“I Gas si
raccontano”), forse sarebbe opportuno che fra questi ci fosse un nostro socio fondatore che fosse
in grado, durante un breve intervento che ci viene chiesto, di sintetizzare la storia del nostro
gruppo (magari con qualche simpatico aneddoto). Per l’occasione ci viene chiesto anche di
preparare del materiale (foto e cartellone): Davide si impegna a predisporre le foto che abbiamo a
disposizione e Lucia e Silvia cercheranno di predisporre il tutto.
Infine il direttivo organizza l’ordine del giorno della prossima nostra assemblea annuale:
Valutazione bozza nuovo statuto
Valutazione scelta azienda Fabio Zignani attraverso PPDO e/o possibili alternative
Rinnovo cariche associative (direttivo, presidente, tesoriere, cassieri)
Bilancio annata 2019
Progetto di collaborazione con il gruppo di Gemellaggio Mezzomerico/Bellefond
Considerazioni su alcune pezzature di prodotti Aequos
Chiarimenti e confronto rispetto a valutazioni su ipotetici nuovi fornitori
Articolo sulla nostra realtà di Gas, richiestoci da “Oleggio Grande”
Nuove iniziative e proposte per momenti assembleari nel 2020
Proiezione del film “UN ALTRO MONDO”
Se qualcuno fra i soci ritenesse di proporre altri argomenti di confronto potrà farlo (tempo
permettendo) durante l’assemblea in oggetto.
Non avendo altro su cui confrontarsi il direttivo chiude i lavori alle 23,30 circa.

assemblea 14 dicembre 2019

VERBALE ASSEMBLEA del 14 dicembre 2019
Sono presenti: Lucia, Davide, Annalisa, Cisco, Giuliana, MariaGrazia, Antonio, Sandro,
Antonella, Mary, Fabio e Lello.
Il primo punto che si affronta lo introduce Lucia, che riprende quanto già discusso
nell’ultimo direttivo e che riguarda lo stato di crisi dell’azienda “Terra e Cielo” (nostro
fornitore di pasta) e la relativa loro richiesta di prefinanziamento. Si mette al
corrente l’assemblea che già nello scorso direttivo si è deciso di aderire alla richiesta
per un importo di 500 Euro; tale importo ci verrà restituito sotto forma di sconto sui
nostri prossimi acquisti (la percentuale di sconto che ci verrà riconosciuta dovrebbe
essere del 10%).
In merito a questo produttore alcuni soci ribadiscono il fatto che dagli ultimi listini
non vengono più proposte le confezioni di pasta di grano integrale da 3 kg (ma solo
in formato da 1\2 kg.) a cui invece si dicono interessati; nel tentativo di capire meglio
le motivazioni di questa scelta da parte dell’azienda e visto che anche Aequos di
recente propone formati di pasta di Terra e Cielo, si chiede a Cisco di provare a fare
una indagine in tal senso. Inoltre si chiede anche a MariaGrazia di informarsi, sempre
con la finalità di trovare questa tipologia di pasta in quel formato, presso il GAS di
Arona (dove acquista sua figlia) che si rifornisce invece da IRIS. Comunque Lucia
ribadisce la volonta e la decisione presa, di aiutare “Terra e Cielo”, pertanto
l’indagine e la raccolta dati potrebbe semmai servirci per un prossimo futuro.
Sempre Lucia fa’ presente di essere stata contattata (in qualità di presidente di
GASBIO) dall’associazione culturale “Oleggio Grande”, nella persona di Marina Betti,
per un’intervista sulla realta’ e le iniziative del nostro Gruppo di Acquisto. Tale
articolo verrà abbozzato nei primi giorni del nuovo anno e dopo essere stato vagliato
e predisposto al meglio, verrà pubblicato sul sito della sopracitata associazione.
A questo punto tutti insieme si procede ad un riepilogo delle principali attività svolte
nel 2019, anche come promemoria per la relazione di fine anno che verrà poi stilata
per l’assemblea annuale che si terrà nel febbraio prossimo venturo:
PROGETTO SCUOLA: seguito da Silvia, Daniele, Gianna ed Anna già proposto
presso la scuola elementare di Marano Ticino nello scorso anno scolastico ed
ora offerto anche alle scuole elementari di Oleggio.
FESTA DI BIONOVARA: a cui abbiamo partecipato prima nell’organizzazione e
poi con un nostro Stand e laboratori di autoproduzione, momenti di scambi di
idee, ecc. (a tal proposito si ricorda il progetto “Con-Carreggio” progettato e
realizzato da Lucia Malorzo).
VISITE ad AZIENDE AGRICOLE DI NOSTRI PRODUTTORI: sostanzialmente siamo
riusciti a visitare l’azienda “BioMatto” di Francesca a Montrigiasco e l’Azienda
di Fabio Zignani presso la frazione Fornaci di Oleggio.
MERCATINO DELLO SCAMBIO E BARATTO: in collaborazione con la Banca del
Tempo di Oleggio, tenutosi il 9 giugno scorso presso villa Calini
La COLLABORAZIONE fra GASBIO e LA ZAPPA ARCOBALENO: a tal proposito
Lello ci aggiorna sul proseguo del suo progetto facendoci un breve resoconto
di una riunione avuta nel medesimo pomeriggio con i tre ragazzi /lavoratori,
l’educatrice Noris che continua a garantire la sua presenza a titolo personale
visto che la cooperativa Vedogiovane non ha più voce in capitolo, e un giovane
ragazzo interessato che ha ufficialmente accettato di collaborare con questo
realtà e che sgraverà notevolmente il carico di lavoro di Lello.
A proposito di questo ultimo punto, si mette a conoscenza l’interra assemblea sui
dettagli del prefinanziamento che Lello ci ha da tempo chiesto per affrontare
l’acquisto di materiali e sementi necessari alla prossima stagione di produzione.
Tra l’altro questo permetterebbe, oltremodo, di garantire un piccolo stipendio ai
tre ragazzi coinvolti, almeno dal mese di marzo. Avendo la disponibilità del
raccolto dal mese di giugno in avanti, la richiesta che viene formulata, prevede un
anticipo di Euro 100 per ogni famiglia di GASBIO interessata all’acquisto delle
cassette a marchio “Zappa Arcobaleno”; anche in questo caso la somma
anticipata verrà recuperata da chi partecipa al prefinanziamento, attraverso uno
sconto sulle cassette acquistate da giugno in poi. Chi fosse interessato a tutto ciò
potrà dare la propria disponibilità durante l’assemblea annuale di febbraio 2020.
Un’altra opportunità che ci viene concessa attraverso la collaborazione con Lello e
il suo progetto è quella della programmazione di alcune specifiche colture (cosa
che già in passato abbiamo tentato di fare con scarsissimi risultati). I prodotti la
cui produzione potrebbe essere programmata sono: PATATE, CIPOLLE, ZUCCHE,
FAGIOLI e PISELLI. A questo proposito si chiede a tutti noi di cercare di valutare le
quantità di queste colture che si presume si andranno a consumare nella
prossima stagione; segnalando a febbraio questi quantitativi la “ZAPPA” potrà
essere più certa delle quantità di sementi da ordinare e come meglio organizzare i
campi a loro disposizione; e noi essere più certi della disponibilità di tali prodotti.

Incontro del 23 giugno 2019

L’assemblea inizia alle 15,45 circa con l’aggiornamento, da parte di Antonio sull’organizzazione della futura
visita al nostro produttore di formaggi Tommasoni. Antonio ci ricorda nuovamente che ci sarebbe
l’opportunità di fare questo incontro l’8 di settembre, in occasione della festa del paese di Gottolengo (BS)
organizzata dalla pro loco e dove Tommasoni farebbe conoscere il progetto di filiera a km 0 , che sta
creando ormai da tempo. In quel contesto, però, prevedono un’affluenza di circa 4000 persone, per cui
personalmente non credo si possa avere un confronto soddisfacente con il produttore, che sarebbe
comunque occupato nel gestire già l’iniziativa. Per altro l’8 settembre risulta, come data, forse troppo vicina
alla ripresa del nostro operare dopo la pausa estiva e si rischierebbe di organizzare la visita in malo modo.
Questa almeno è una possibile considerazione. Comunque Antonio faceva presente che Tommasoni
organizza periodicamente delle visite al proprio caseificio, quindi al limite valuteremo altre ipotesi.
Sempre in riferimento al nostro intento di tenere aperti i contatti con i nostri produttori, sabato Lucia ha
ricevuto una mail da Fabio Zignani che ci invita a visitare i suoi orti ed a fare una merenda in cascina. Le
date da lui proposte sono il 7, 8 o 29 settembre. Valutando che l’azienda di Fabio è comunque a noi più
vicina e facilmente raggiungibile, e se siete d’accordo, potremmo mettere in programma di visitarla la
domenica 8 settembre; lasciando così a disposizione l’opportunità del 29 in caso di brutto tempo.
Ci si è poi confrontati sull’ipotesi di come partecipare alla festa di BioNovara, che è prevista per il 6 ottobre
ad Oleggio. Attualmente non abbiamo avuto notizie sul loro lavoro di organizzazione (A tal proposito
provvederemo a chiedere aggiornamenti). Anche se non conosciamo ancora il tema che verrà scelto,
abbiamo ipotizzato di suggerire come imput all’evento, il tema dei rifiuti; naturalmente è solo un’ipotesi da
verificare con gli organizzatori. Si pensava poi di invitare alcuni nostri produttori (miele Medina, latti
vegetali Soyana, ecc), e ad un momento dove si potrebbero illustrare le nostre iniziative che in questo
ultimo anno stiamo riuscendo a portare a termine ( progetto scuola, azienda agricola “Zappa Arcobaleno”,
collaborazione con CISAS, partecipazione a progetti in rete con altre Associazioni come La Locomotiva o La
Banca del Tempo, ecc). Insomma le idee ci sono, dobbiamo ora entrare in sinergia con BioNovara che
contatteremo al più presto.
Di una cosa ci siamo resi conto: non abbiamo a disposizione un vero e proprio nostro logo e uno striscione
che lo riporti da usarsi ambedue in caso di partecipazione ad eventi come quello sopra citato. Questa cosa
l’abbiamo riscontrata di recente il 9 di giugno in occasione del mercatino dell’usato organizzato in
collaborazione con Banca del Tempo. A tal proposito abbiamo deciso di contattare Dagmar (una nostra
socia) per commissionarle questo incarico;
A proposito del mercatino dell’usato, Lucia e Silvia ci riportano la loro piena soddisfazione nell’aver
partecipato all’evento. A breve ci confronteremo anche con La Banca del Tempo per decidere se riproporre
l’iniziativa ed in che termini. Valuteremo poi se questa esperienza possa essere un momento di crescita
all’interno del nostro gruppo o se piuttosto rimanga un’occasione da vivere come singoli.
In conclusione Annalisa riporta la sua soddisfazione nell’aver partecipato alle serate di pratica di Qi Gong e
a tal proposito propone un momento di questa pratica anche in occasione della Festa di BioNovara, con la
speranza di poter riprendere questa attività anche a Settembre.
Non avendo altro su cui confrontarsi, l’assemblea chiude i lavori e lascia spazio alla golosa merenda offerta
da “La Locomotiva”.

direttivo del 17 aprile 2019

Come prima cosa Fabio ci aggiorna sulle notizie da lui recuperate in merito all’adeguamento che la nostra Associazione dovrà adottare per le nuove normative sul terzo settore. A tal proposito nella prossima riunione che si farà Fabio relazionera’ il tutto a l’intera assemblea.

Attraverso Anna  veniamo a sapere che il 9 giugno la Banca del Tempo organizzerà, presso Villa Calini, un mercatino di scambio e baratto di oggetti usati; è loro intenzione proporre una versione del loro “Mercatino della fuffa” esteso però a tutta la cittadinanza coinvolgendo, a tale scopo, anche altre associazioni (quale la nostra) e trovando un modo più accattivante per orchestrare il tutto. Naturalmente abbiamo dato la nostra disponibilità, per cui chi fosse interessato all’iniziativa se ne faccia promotore all’interno del nostro gruppo (già interessate sono Lucia, Sonia e Silvia ma non per questo lasciamo fare tutto a loro, lasciamoci coinvolgere dando il nostro aiuto e portiamo i nostri talenti, interessi ed entusiasmo nell’evento; grazie).

Ancora Fabio fa sapere che, sempre il 9 giugno, è in programma anche una gita, organizzata da ANPI, PROLOCO e dal MUSEO CIVICO, a Casa Cervi, con pranzo in loco. Al rientro è prevista anche una visita presso l’azienda dal un nostro fornitore “CIAO LATTE”, da cui ordiniamo periodicamente del Parmigiano Reggiano.

È il caso quindi di fare in modo che alcuni di noi partecipino ad ambedue le interessanti iniziative, non trovate?

Silvia ci mette al corrente del “Progetto Scuola”, seguito da lei, Anna e Daniele, proposto in una classe terza elementare di Marano Ticino, la cui insegnante è Gianna. Ciò che ci racconta è molto positivo al punto che pensiamo di proporlo anche in altri presidi scolastici del territorio.; vedremo.

Lello ci mette al corrente che all’interno di Bio Novara si è decisa la data in cui fare la loro festa annuale: sarà il 6 Ottobre; la location, a meno di inconvenienti, sarà Oleggio. A tal proposito ci terrà informati per fare in modo che, a tempo debito, collaboreremo all’evento.

La presenza di Sonia ci permette di sapere a che punto si trova il suo progetto di aprire un “ Alveare che dici sì” ad Oleggio (presso la Cascina Bellotta). Ci aggiorna sul fatto che il numero di iscritti è ancora insufficiente anche se lei ha già provveduto a contattare i primi produttori e continua a pubblicizzare l’iniziativa. A tal proposito Lucia propone di invitare, presso il nostro gruppo, Francesca di BioMatto, per raccontarci quello che è stato l’evolversi e l’attuale realtà dell’Alveare di Montrigiasco. Questo per rimanere a conoscenza delle esperienze sul territorio, anche diverse dalla nostra, e che comunque propongono un’alimentazione più sana e consapevole oltre che uno stile di vita più etico e rispettoso del nostro pianeta.

Infine ancora Lucia promuove un’ipotesi di progetto entrando in relazione con il “Gruppo di Gemellaggio Mezzomerico-Bellefond”. L’idea è quella di proporre al gruppo francese un confronto nell’ambito del biologico con il fine di conoscere reciprocamente le due realtà territoriali: si potrebbe pensare alla partecipazione di alcuni di noi a viaggi del gruppo in Francia con programma di visite presso produttori francesi, venendo così a conoscenza anche della rete di distribuzione e di altri aspetti organizzativi. Così come proporre altrettanto in occasione di una visita in Italia da parte loro. Il direttivo accoglie la proposta e Lucia ci terrà al corrente sull’evolversi dell’iniziativa.

Infine si decide la data in cui verrà fatta la visita annuale enogastronomica da Enio, nostro affezionato produttore di vino biologico: sarà domenica 12 maggio 2019.

Non avendo altro su cui confrontarsi, il direttivo chiude i lavori verso le ore 23,00.

Assemblea annuale associazione 2019

L’assemblea annuale 2019 GasBio inizia con la partecipazione di n° 23 soci.

Apre l’assemblea la presidente Lucia Mogentale che presenta la relazione sul percorso e le attività svolte dall’associazione nel 2018. La relazione è esaustiva ed evidenzia i diversi momenti di lavoro in gruppo la condivisione di progetti con altre realtà associative.

L’assemblea condivide la relazione e si apre la prima parte che vuole valutare lo stato di sostenibilità del gruppo e dei primi impegni da intraprendere.

Viene evidenziata la necessità di riflettere su come promuovere nuove adesioni attive, e migliorare la capacità di acquisto visto il trend di riduzione in atto sia in numero di soci che in quantità (con particolare riferimento al fresco settimanale).

 

Il 2019 è l’anno in cui le associazioni devono affrontare l’entrata in vigore della riforma del terzo settore   se delineano i compiti:

  • Verificare come effettuare l’assicurazione civile dei soci e questa cosa comporta. Anna si presta a fare questa esplorazione e presentarla nei prossimi incontri. Vista inoltre la nota avanzata dal Des-VA che si è rivolta a CAES anche Mirco proverà ad approfondire la materia.
  • Fabio parteciperà all’incontro in programma da parte del CST (centro servizi territoriale) che dovrebbe essere, come annunciato, un tavolo tecnico che mira a chiarire le novità da apportare allo statuto dell’associazione.

Rapporti con CISAS

  • Anche per il 2019 è stata approntata la convenzione con la nostra associazione. Fabio chiederà come per gli anni precedenti, un incontro con la coordinatrice per valutare lo svolgimento delle interazioni per l’anno in corso e evidenziare eventuali obiettivi.

E’ in fase di realizzazione la festa di Aequos per il mese di marzo e si raccolgono le partecipazioni

Mirco segnala che è in programmazione a Prato un seminario di Bilanci di Giustizia che segue e continua la riflessione su “rapporto con il denaro” già avviato nell’assemblea annuale di Stresa. In questo seminario sarà presentata una ricerca effettuata sui componenti della campagna Bilanci di Giustiza

Tesseramento 2019, Davide è incaricato per chi non ha dichiarato di lasciare il gruppo di procedere al recupero delle quote.

 

Progetti, proposte, inziative 2019

Progetto scuola – vista l’esperienza già sostenuta da altri Gas e il materiale disponibile si intende (viste le disponibilità emerse) promuoverlo sul nostro territorio.

Festa BioNovara – l’Ass. dei produttori di Bionovara sta valutando la possibilità di realizzare la propria festa nel periodo di Ottobre ad Oleggio. Si propone di creare un gruppo allargato che sappia promuovere una festa che raccolga e promuova l’economia solidale quindi con il coinvolgimento non solo dei produttori ma anche Gas, Associazioni, Cooperative, Servizi.

Il rapporto diretto con i produttori di riferimento è di difficile attuazione se non per casi particolari o vicinanza; può essere agevolato promuovendo l’incontro anche solo con un gruppo di soci volontari che poi riporta l’esperienza al gruppo

La “Zappa Arcobaleno” il progetto già avviato nel 2018 da Lello mira a dare una integrazione fattiva dei migranti ospitati nel nostro territorio con particolare riferimento al lavoro. Malgrado le difficoltà incontrate il progetto continua e cerca di allargarsi creando nuove sinergie e individuando nuovi riferimenti (Vedogiovane, realtà di Madonna del sasso). L’associazione intende sostenere questa esperienza sia con gli acquisti che con un contributo previsto in 400 euro.

 

Riflessioni

La discussione si diramata su 3 temi principali: la promozione del gruppo, l’accessibilità al cibo, e coinvolgimento giovani. Le tematiche spesso si intersecano e meritano ulteriore approfondimento.

Dal dibattito è emerso che oggi parlare di BIO non è più sufficiente: la diffusione nei supermercati/negozi, la globalizzazione, e l’industrializzazione con la corsa al prezzo più basso rischia di distruggere o quantomeno di rendere poco visibile il lavoro di tanti piccoli produttori, artigiani e servizi che cercano di portare in primo piano non solo il prodotto naturale e salutare ma anche i diritti e l’etica della produzione e commercializzazione in una ottica solidale e circolare.

Per quanto riguarda il coinvolgimento dei giovani alla nostra realtà sono emerse diverse sfumature che vanno tutte considerate a partire da modalità diverse di approcciarsi agli acquisti come singoli o “rete/gruppi”; comunque esistono realtà anche locali interessanti che partendo da bisogni diversi comunque poi applicano criteri di accesso al cibo che sono sovrapponibili ai nostri. Queste esperienze meritano attenzione e magari collaborazione.

La promozione del gruppo deve trovare, per dare continuità all’azione e ai valori, non solo momenti di informazione interna/esterna ma attraverso molteplici collaborazioni che possono portare a contaminazioni (non somma di debolezze ma integrazione di prassi e nuove opportunità)

direttivo del 16 gennaio 2019

Sono stati presenti: Lucia, Sandro, Antonio, Maria Grazia, Claudio, Lello, Fabio, Daniele e Mirco.

Innanzitutto ci siamo confrontati in merito al questionario che Aequos ha proposto nel  proprio circuito di Gas, per affrontare il segnale di crisi che proviene dal mondo dei Gruppi d’acquisto di tutta Italia. Abbiamo provveduto a rileggere insieme i quesiti proposti ed confermato le risposte che già Mirco aveva individuato, con numeri alla mano, rappresentanti l’evoluzione della nostra associazione negli ultimi anni. Abbiamo poi definito meglio i commenti finali, in modo da chiarire il più possibile alcune delle cause che noi riteniamo responsabili dell’andamento del nostro gruppo. Daniele pubblicherà copia del questionario via mail al più presto.

In seguito si è affrontata l’organizzazione  della nostra assemblea annuale: purtroppo dal CISAS ci è stato comunicato che non possiamo contare, per il pranzo, sui ragazzi del “Dolce e Salato”, quindi si è deciso di optare per un pranzo condiviso. A breve si comunicheranno data e luogo. In quella sede avremo anche l’occasione di programmare i nostri obbiettivi per il 2019.

Lucia poi ha comunicato di essere stata contattata da Roberto Raddi del Gas Spiga di Luce di Novara, il quale sta cercando di coinvolgere altri gruppi per un incontro informativo sul MISO. Da assiduo consumatore di questo prodotto, Roberto  sta cercando di prendere  contatti con l’azienda produttrice LOLMAIA per ottenerne delle forniture riducendone così la filiera. Naturalmente è auspicabile richiederne un certo quantitativo alla volta, raggiungibile  facilmente con la partecipazione di più Gas.  Inoltre Roberto sta organizzando, attraverso la sua amicizia con Marco Bertona, un canale di fornitura di Tè  Verde fresco proveniente da piccoli produttori cinesi accuratamente selezionati; questo intento nasce all’interno dell’associazione ADeMa Tè Italia sede di Novara che si occupa della formazione di degustatori di tè, appunto. Chi fosse interessato a questi prodotti (Miso e Tè verde fresco) lo faccia sapere sul gruppo Whatsapp in modo da valutarne il nostro interesse come gruppo e  l’eventuale nostra partecipazione ad possibili acquisti.

Per finire abbiamo deciso di prevedere il pagamento delle tessere associative di questo 2019, tramite cassa prepagata. Verrà mandato un avviso a tutti i soci chiedendo loro di segnalare l’eventuale volontà di NON aderire più al nostro Gas o di modificare il numero di tessere relative al proprio nucleo familiare. In caso contrario Davide provvederà a detrarre i 10 € per ogni tessera direttamente dalla cassa di chi, con il proprio silenzio, avrà confermato la volontà di continuare a far parte del gruppo.

Non avendo altro di cui discutere, il direttivo chiude i lavori verso le 23,00.

Incontro del 19 Dicembre 2019

Il 19 dicembre 2018 si è riunita l’assemblea della nostra associazione.

Come primo punto affrontato, parte del direttivo ha messo al corrente i soci che si sta predisponendo la stesura del bilancio 2019; le difficoltà sono le medesime degli anni precedenti, si stanno cercando soluzioni per snellire questa procedura. Vedremo cosa riusciremo ad ottenere.
Poi abbiamo lasciato spazio a Daniele, Anna e Silvia che ci hanno riportato quanto da loro appreso in merito ad un progetto promosso dal Gas Susa di Rescaldina relativo alla sensibilizzazione, di bambini di scuola elementare, a temi come la biodiversita’, il concetto di prezzo giusto, la banca del tempo, ecc. Tale iniziativa è stata riconosciuta molto valida e già ben strutturata, al punto che si è deciso di voler impostare un progetto analogo, vista la dichiarata disponibilità a Marano della classe 3^ elementare di cui Gianna (una nostra socia) è insegnante. Di tale progetto si sono dati referenti Daniele, Silvia, Fabio e naturalmente Gianna.
Si è poi precisato la situazione turni distribuzione del sabato mattina.
E si è  anche riflettuto su alcune criticità che presentano alcuni ordini su Aequos, quali: pasta, farine, latti vegetali ecc. Le tempistiche che prevede la cooperativa sono molto ristrette e spesso ci impediscono di usufruire degli stessi ordini. Si è deciso di chiedere ad Aequos se è possibile far sapere con maggior anticipo sia la data certa di apertura, sia quella di chiusura  dei singoli ordini. Anche qui vedremo cosa riusciremo ad ottenere.
Altro argomento affrontato è stato il rapporto con il Cisas: come sapete ogni anno il progetto che coinvolge i ragazzi diversamente abili nella nostra distribuzione del fresco deve essere rinnovato. Negli ultimi tempi non abbiamo avuto molti contatti con i rappresentanti del consorzio, quindi si è ribadito che dopo queste festività si provvederà ad organizzare un incontro con Daniela Gallina.
Per finire Lello ci ha messo al corrente degli sviluppi del suo progetto con i ragazzi migranti. Come sapete questa è un’iniziativa che abbiamo deciso di co-finanziare insieme con BioNovara e quindi ringrazio Lello per essere sempre disponibile nel tenercene informati.
L’assemblea si è poi conclusa con degustazione di dolci, un brindisi e gli auguri reciproci per le festività natalizie.

Riunione organizzativa 21 novembre 2018

Verbale direttivo del 21 novembre 2018
Il primo punto all’ordine del giorno è stato verificare la nostra disponibilità nell’organizzare un incontro
sulla finanza, suggerito da Banca Etica (mail girata sul gruppo da Mirco); viste le tempistiche ormai ristrette
e la possibilità di partecipare ad un altro incontro sullo stesso tema già programmato in quel di Novara,
abbiamo deciso di rimandare l’iniziativa eventualmente nell’anno nuovo, verificando la disponibilità di
Banca Etica in quel periodo.
Con Antonio abbiamo poi deciso di inserire nel listino dei formaggi Tommasoni il grana padano con Caglio
vegetale ed il grana padano di seconda scelta con pezzatura da kg. Quest’ultimo è caratterizzato da
eventuali piccole occhiature in prossimità delle quali il gusto potrebbe variare, ma per l’uso in cottura dei
cibi o grattugiato la qualità e il sapore rimangono più che buoni. Questo è quanto detto da Tommasoni:
Verifichiamolo e poi confrontiamoci eventualmente su possibili criticità.
Sempre con Antonio abbiamo organizzato i prossimi turni di smistamento del sabato mattina con i ragazzi
del Cisas. Antonio ha già inviato una mail per mettervi al corrente. Come avete visto dal prospetto siamo di
turno uno alla volta tranne Gianna e Annalisa che rimangono affiancate rispettivamente a Lello ed
Agostino. Inoltre Luana Belosio, in questo ciclo si affiancherà di volta in volta ad Annalisa, Anna e Lucia per
apprendere il ruolo per poi poter essere in grado di farlo autonomamente. Ricordiamoci che Cristiano
rimane gentilmente a disposizione eventualmente per accompagnarci anche a Vanzaghello; in tal caso sarà
necessario avvisarlo in tempo utile e, la mattina del sabato recuperarlo per le 8,00 davanti alla cascina.
Sempre in relazione alla distribuzione del sabato mattina, ci è stato fatto notare che il ritiro delle cassette
deve assolutamente risolversi entro le ore 12,00. Il personale adibito all’assistenza dei ragazzi in cascina
infatti non è nella condizione di gestire eventuali ritiri fuori orario. Dobbiamo assolutamente evitare il
ripetersi di episodi del genere. La soluzione potrebbe essere che il referente di turno alle 11,45,
nell’eventualità di cassette ancora non ritirate, contatti i relativi interessati esortandoli al ritiro in tempo
utile. Nel caso in cui ciò non potesse avvenire o l’interessato risultasse irraggiungibile, la cassetta può
essere ritirata dal referente. Eventuali dimenticanze possono accadere e sono assolutamente umane,
cerchiamo di mettere in gioco una responsabilità di gruppo e collaboriamo al fine di essere funzionali alla
nostra esperienza di Gruppo di Acquisto
Lello ci ha aggiornato sull’evolversi del progetto di un’azienda agricola gestita con i ragazzi migranti che ora
si è spostato, come sapevamo già, in quel di Borgomanero. Purtroppo problemi burocratici e legislativi
impediscono ora come ora la nascita di questa azienda. I ragazzi comunque continuano con entusiasmo il
loro lavoro e noi Abbiamo comunque ribadito il nostro intento, come associazione, di aiutare
economicamente questo progetto.
La nostra prossima riunione doveva combaciare con la visita nell’azienda di Fabio Zignani. L’ultima volta che
mi sono confrontata con lui mi faceva notare l’impossibilità di visitare i campi resi ormai delle paludi dalle
continue piogge. Le condizioni atmosferiche non sono molto migliorate, quindi credo opportuno rimandare
l’iniziativa. Proporrei comunque di riunirsi prima delle feste natalizie sia per farci gli auguri, sia per avere
l’opportunità di un riscontro da parte di Antonio e Grazia sul corso a cui parteciperanno in questo fine
settimana, proposto da Aequos sulla realtà che vivono attualmente i Gas come il nostro; e anche da parte
di Daniele, Silvia ed Anna che hanno partecipato ad un incontro su un progetto proposto nelle scuole che
sembra essere molto interessante anche da offrire sul nostro territorio. A tal proposito suggerisco la data
di sabato 15 dicembre alle ore 15,30 sempre nella sala associazioni di Mezzomerico. Attendo un vostro
riscontro al più presto.
Grazie e serena giornata a tutti noi. Lucia