Verbale incontro di sabato 7 maggio a Mezzomerico

Presenti : Mirco di Marano, Lucia di Mezzomerico, Paolo di Pombia, Antonio di Castelletto, Ena di Agrate Conturbia, Elisa di Oleggio, Agostino e Ezia di Oleggio, Caterina di Oleggio, Francesca di Marano, Eleonora di Barengo, Silvia e Marcello di Oleggio, Angela di Oleggio, Annalisa e Mauro di Arona, Fabio e Mary di Oleggio, Chiara di Novara, Alessandro di Oleggio, Anna di Oleggio.

Poco prima dell’inzio della riunione arriva il pesce da Venezia. E’ l aprima volta e abbiamo fatto un ordine di quasi 600 euro, non male. I due signori che si fanno il giro della Lombardia (come al solito a noi ci assimilano), hanno il tempo per un caffè e fare due chiacchiere . Sono contenti di questa esperienza e del fatto che si possa rispettare il mare. Uno di loro dice :”dobbiamo ringraziare la guerra in Jugoslavia, se l’Adriatico paradossalmente , non è ancora morto”.

All’ incontro sono presenti anche Paolo e Franco di Aequos, che siccome stanno facendo il giro di tutti i gruppi che acquistano da loro, hanno chiesto di venire a fare due chiacchiere. In realtà diventano anche più di due e la loro permanenza si prolunga per circa due ore di discussione anche vivace.

Presetano e raccontano l’esperienza di Aequos dagli albori e quali erano le motivazioni che hanno spinto alla fonadazione della cooperativa. Poco dopo si entra nel merito delle critiche che avevamo posto in una lettera aperta inviata a suo tempo a tutti i gruppi. La discussione si accende, in particolare sui rapporti con BioNovara, la stagionalità, o meglio il non rispetto di essa negli acquisti, nei prezzi da riconoscere ai produttori e la vicinanza .

Il confronto assume un po’ l’aspetto del pingpong e quindi non porta a cambiamenti di prospettiva da entrambe le parti. Comunichiamo che continuiamo ad acquistare alcuni prodotti, ma non riusciamo per ragioni di risorse a partecipare alla vita della cooperativa, per cui ci accolliamo un ricarico del 7% .

Si affronta subito dopo il tema dello smistamento frutta a Borgo. Il gruppo di Sesto Calende, ci ha comunicato, che ha concordato con Aequos, che in ragione dei volumi acquistati , la sede logistica di distribuzione, verrà trasferita a Sesto .

Questo ci comporta alcuni problemi, non ultimo sobbarcardi un ulterire onere di circa 25 euro settimana per il trasporto. Si concorda di sentire il CISAS, per capire come e se continua la collaborazione con loro. Esplorare la possibilità nel caso di trasferirsi da Borgo ad Oleggio.

Si concorda di donare € 50 per l’organizzazione dell’ incontro nazionale gas all’ Acquila del 24/26 giugno.

Si stende una griglia di tutti i prodotti che acquistiamo (23) , con i referenti e definire meglio la periodicità degli acquisti per meglio programmare. Referente per l’ olio diventa Ena, che lascia più spazio ad Eleonora per la pasta. Per le scarpe estive Chiara e Francesca, cercheranno di avere un campionario per il 29 da gestire.

Si comunica , quanto avvnuto con l’amministrazione del comune di Oleggio, in merito alle serate di approfondimento prorposte. Suscita scalpore in particolare la decisione di farci pagare 115 euro a serata, per iniziative organizzate a titolo gratuito. Si propone di fare un cartello per raccolta fondi durante le serate spiegnadone le motivazioni.

Si accenna al funzionamento del sito, ma sono ormai le 19.00 e l’incontro si scioglie.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...