Rigeneriamo i vecchi pc, cellulari,etc

Hai un vecchio pc, un cellulare abbandonato in un cassetto, la consolle che tuo figlio non usa più ?
Sai che puoi fare una buona azione mettendoli a disposizione di chi è in grado di rigenerarli e dargli nuova vita ?
Devi solo portarli presso il centro diurno disabili di via Pisola 1 ad Oleggio Gaggiolo dal martedì al venerdì dalle 8.30 alle 10.00 il sabato dalle 9.30 alle 11 .00 nel periodo dal 15 gennaio al 4 febbraio.
Li faremo arrivare entro metà febbraio all’Associazione Culturale “progetto nuova vita”di Olgiate Olona (VA) i cui tecnici li renderanno utilizzabili per i terremotati del centro italia, scuole e progetti internazionali.
Per approfondimenti www.progettonuovavita.it
Ovviamente non tutto è riciclabile, per cui se funzionanti non devono avere più di 10 anni di vita circa, se non funzionanti meno di 5.
Quindi ti aspettiamo , non fare il pigro.

Chiedi informazioni ulteriori se ne hai bisogno

Gruppo d’Acquisto Solidale Bilanci di giustizia Oleggio

Associazione di Promozione Sociale
GASBIO-Gruppo d’Acquisto Solidale Bilanci di Giustizia Oleggio e dintorni
sede via Galnago ,10 Oleggio(NO)
c.f.94061630037
www.gasbilancioleggio.wordpress.com

Assemblea del 17 Dicembre 2016

Presenti : Lello di Oleggio, Mary di Oleggio, Anna di Oleggio, Mariagrazia e Antonio di Castelletto Ticino, Silvia di Oleggio, Cisko e Giuliana di Varallo Pombia, Annalisa di Arona, Daniele di Agrate Conturbia, Agostino di Oleggio, Sandro e Antonella di Oleggio, Davide di Oleggio, Sonia di Bellinzago , Mirco di Marano Ticino.

Sono presenti il presidente  Alberto e Eliana  del consiglio di amministrazione di Aequos la cooperativa di consumo, da cui acquistiamo diversi prodotti. L’incontro chiesto dalla cooperativa, ha lo scopo di illustrare il funzionamento e scopriamo poi nel dibattito , di chiederci l’associazione alla cooperativa stessa.

Dopo  breve illustrazione del funzionamento e degli organismi tecnici, che permettono il funzionamento , per il tramite i volontari dei gas che a diverso titolo si impegnano, il confronto si sposta prima sulle motivazioni che ci avevano fatto a suo tempo propendere per la non associazione e poi sui valori e le prassi in parte differenti tra la nostra associazione e la cooperativa.

In estrema sintesi, il dibattito si è articolato intorno ad alcuni aspetti : dimensione dei produttori e biodiversità ambientale, prezzo giusto, stagionalità dei prodotti , criteri di selezione dei fornitori, ruolo della cooperativa in rapporto ai gas.

Non siamo giunti ad una sintesi condivisa , pur riconoscendo reciprocamente la legittimità delle proprie prassi. Ci siamo lasciati con un invito pressante da parte della cooperativa ad una nostra associazione formale e un maggior impegno in termini di risorse . Da parte nostra, con l’impegno a rifletterci.

Si è poi affrontato il tema della turnazione per le consegne del sabato mattina . Tre socie hanno dichiarato difficoltà nell’attività ( Sonia, Ileana e Dagmar). Due turni verranno sostituiti da Lello , Franco e Valeria, nuovi soci. Verrà sentito Simone di Varallo per l’inserimento nella turnazione , in quanto essendo stato sostituito da Cisko nella funzione di referente per l’ordine settimanale e ad Alessio . Mirco richiede la possibilità di scambiare la sua funzione di referente per gli incontri di bilanci di giustizia, con l’inserimento nella turnazione del sabato.

Lello, Silvia e Agostino relazionano sul progetto Bonfantini. La richiesta di finanziamento con Banca Etica non è stata purtroppo accettata, ma questo non inficia il programma. Venerdì 17 , c’è stato un primo incontro con tre classi dell’istituto ,in cui in un paio d’ore , gli si sono presentate le finalità dell’iniziativa , i fondamenti dell’economia solidale e della coltivazione biologica. C’è stato molto interesse , ma il tempo a disposizione è risultato scarso.

Lello essendosi da poco trasferito ad Oleggio, ha un nuovo appezzamento di terreno , che metterebbe a disposizione , per la creazione di un orto condiviso . Cerca quindi la disponibilità di persone per intraprendere questa nuova avventura 🙂 . Si rende inoltre disponibile per degli incontri sulla coltivazione biologica.

Il Distretto di Economia Solidale di Varese, si rende disponibile per farsi intermediario dell’iniziativa di http://www.progettonuovavita.it sul recupero di materiale informatico . Si decide di aderire . Mirco mette a disposizione la propria abitazione per lo stoccaggio provvisorio del materiale da recuperare.

Si decide di fare un regalo per il tramite di buoni acquisto per i ragazzi che ci aiutano il sabato mattina a fare le cassette settimanali. Si ipotizza,di coinvolgerli per la prossima assemblea annuale da tenersi nel week end del 28/29 gennaio p.v.

 

 

 

incontro 19 novembre 2016

presenti : Lucia Mezzomerico, Silvia Oleggio, Fabio Oleggio, Agostino Oleggio, Mirco Marano Ticino, Lello Oleggio, Valeria e  Franco Oleggio, Mariagrazia Castelletto Ticino , Davide Oleggio,…

SI è presentata la modalità degli ordini ai nuovi arrivati. Si è prestato lo stato dell’arte del progetto con gli istituti agrari della provincia. Un gruppetto si ritroverà mercoledì sera da Lello per stendere la partecipazione al crowfunding di Banca Etica.

Si è deciso di mettere nell’ordine la passata di pomodoro di Lunella (LE) tramite Aequos.

Si è visto il video di Paolo Bartolini filosofo su Economia e Giustizia.

Il breve intervento è risultato interessante e chiaro e ha permesso uno confronto vivace tra i presenti. Ha colpito in particolare l’analisi sulle dimensioni psichiche del consumismo e della resistenza ad esso. Ci si è interrogati su possibili scenari prossimi venturi.

 

 

 

Nonno Erborista

Oggi incontro da Nonno Erborista per il primo incontro sulle tinture. Abbiamo visto come fare la prima tintura di camomilla partendo dalla droga secca. Prime nozioni sulla fitoterapia. Interessante e divertente .

img_20161023_101832-1

progetto scuole agrarie

Ciao a tutti e ben rientrati in questa estate settembrina.
Vi segnalo alcune cose:

– ho ricaricato personalmente euro 75 ad Anselmi per i costi sostenuti
nella grigliata estiva così da consentirgli di fare gli ordini.

– abbiamo avuto un nuovo incontro per il progetto con le scuole al
Bonfantini.
– è stato un incontro fruttuoso e si è steso il progetto
“Coltivazione Bio e economia solidale”
–    i punti sono l’impegno finanziario per questo anno scolastico
400 GasBio + 400 Bionovara per sostenere un “tirocinio” lavorativo di
due mesi
–    l’accesso al tirocinio avverrà per selezione di un elaborato
che sarà proposto e valutato da una commissione a fine anno scolastico
ecoinvolgerà 2 studenti meritevoli.
– l’impegno tra le parti e di dare continuità al progetto per 3 anni.
–    l’istituto provvede a destinare un’area per la coltivazione di
ortaggi bio avviando per il terreno sia la fase di conversione che di
certificazione ICEA con l’aiuto e l’accompagnamento di bionovara
–    In questa prima parte dell’anno saranno calendarizzati
incontri per divulgare alle classi il progetto e far conoscosere i
patner e le loro attività
–    Programmazione dell’acquisto di sementi biologiche assieme
–    Introduzione da parte della scuola nelle materie curricolari
approfondimenti sul biologico e creazione di una “biblioteca” dedicata
–    Andranno previsti e programmati nel 2017 seminari su
trattamenti – pacciamatura – irrigazione
la rete di economia solidale – buone pratiche
–    Lezioni differite – gli studenti in azienda per seguire la
preparazione, lo sviluppo e la raccolta
–    Nella Festa della Scuola sarà destinata un’area per la
presentazione del progetto e della sua realizzazione
–    Valutazione elaborati e nomina dei vincitori
spero di non aver dimenticato nulla. In settimana il progetto sarà
steso e approvato dal Bonfantini.
Al più presto ci ritroveremo con Bionovara per dar corso agli impegni.

–     FESTA di BIONOVARA
si è tenuta ad Ameno in una bella cornice la festa di BIONOVARA
2016. Non siamo stati presenti come Gruppo ma il gruppo è stato ben
rappresentato. Ci/Gli auguriamo un bilancio positivo.

Salute, fabio

incontro d’estate

Come ben sapete ieri a casa di Mirco e Nicoletta, si è svolta la nostra riunione mensile con tema “Festa d’Estate – Autoproduzione”.

La giornata, graziata per altro da un tempo abbastanza propizio, è iniziata con un pranzo condiviso. Alle 14,30 ci ha raggiunto Caterina che con molta pazienza e disponibilità ci ha illustrato e fatto vedere praticamente come lei fa il sapone in casa, rispondendo poi alle numerose domande che le abbiamo fatto. In proposito riassumo di seguito ingredienti e procedimento, sperando di non dimenticare nulla (anche se non dovrei visto che ieri ho preso appunti 😁😁😁):
Occorrente:
strumenti:
  • bilancia
  • minipimer
  • caraffa da un litro per la soluzione acqua \ soda
  • caraffa da tre litri dove poter mixare la soluzione finale
  • guanti di gomma
  • mascherina
  • occhiali
  • spatola e\o cucchiaio di legno
  • stampini di vario genere per dar forma al sapone

ingredienti:

  • 1 kg di olio di Oliva
  •  128 gr di soda caustica in perle (per sapone per corpo se invece si vuole fare un sapone per il bucato si devono considerare 134 grammi) acquistabile in ferramenta
  • 300 grammi di acqua
  • 2 cucchiai di argilla verde ventilata (acquistabile in erboristeria)
  • oli essenziali puri (consigliati menta e lavanda visto il maggior profumo che conferiscono al sapone)
 procedimento:
  1. pesare l’acqua nella caraffa da un litro
  2. pesare la soda in un contenitore di plastica
  3. pesare l’olio nella caraffa da 3 litri
  4. preparare in una ciotolina i due cucchiai di argilla verde ventilata alla quale aggiungeremo 25 ml circa dell’olio essenziale che abbiamo scelto
  5. aggiungere la soda all’acqua pesata in precedenza e mischiare fino al completo scioglimento della soda (la soluzione aumenterà spontaneamente la propria temperatura)
  6. unire la soluzione di acqua e soda all’olio nella caraffa da 3 litri e mixare il tutto fino ad ottenere la consistenza di una maionese
  7. circa a metà della precedente operazione aggiungere l’argilla con gli oli essenziali e procedere fino ad ottenere la giusta consistenza
  8. a questo punto si procede a versare il composto nei vari stampini che poi copriremo con i propri coperchi o con della carta forno e ulteriormente con una coperta; tutto questo per mantenere al caldo il composto e dargli modo di raggiungere la temperatura ambiente in modo graduale
  9. dopo un paio d’ore si possono scoprire gli stampini ponendoli in luogo asciutto e ventilato
  10. passati 2 o 3 giorni il sapone va tolto dagli stampi e lasciato sempre in luogo il più ventilato e asciutto possibile almeno per 6\8 settimane
  11. a questo punto il sapone è pronto per essere utilizzato anche se più tempo si prolunga la stagionatura meglio è.
A noi adesso il piacere di realizzare il nostro sapone casalingo anche se Caterina ha precisato che sono diverse le varianti possibili a questa che potremmo considerare una ricetta base……..su internet possiamo trovare suggerimenti e idee.
In seguito nell’ambito della riunione si è ribadita la visita fatta da me ed Alessio all’azienda produttrice di funghi della quale vi ho già parlato. In merito si è deciso di dare il via ad un ordine sperimentale di questi prodotti (ad Alessio l’onere di mettersi in contatto con qualcuno, come Mirco, Fabio o Antonio, che gli insegni ad inserire il listino sul nostro sito e lanciare l’ordine).
Anna e Nicoletta ci hanno poi messo al corrente di uno sviluppo nel progetto profughi che come associazione il nostro Gas, insieme alla Banca del Tempo sta seguendo e appoggiando. Purtroppo ci sono stati dei problemi logistici che hanno influenzato pesantemente sulla quotidianità di questi ragazzi. Ora non sto qui a precisare i dettagli, che per altro rischierei di riportare erroneamente, vi basti pensare che come associazione ci uniremo alla Banca del Tempo appunto per fare il possibile affinche  vi sia una gestione più corretta e giusta della situazione di queste persone. Chi volesse essere a conoscenza dei dettagli può mettersi in contatto con Anna Gallucci.
Infine io ho descritto l’esperienza che ho fatto con mio marito agli inizi di maggio quando abbiamo visitato un agriturismo che ospita anche un allevamento di Alpaca (specie animale simile ai Lama). Visto che la proprietaria si è data disponibile ad ospitare delle visite al proprio allevamento, personalmente ho lanciato l’idea di una nostra gita in loco…………ma di questo vi parlerò più specificatamente in un’altra mail che farò girare nei prossimi giorni.
Grazie dell’attenzione e buona serata a tutti voi, Lucia
img_20160618_153012img_20160618_153044img_20160618_153940img_20160622_182606

riunione 6 aprile

Ciao a tutti,
come ben sapete ieri sera si è riunito il direttivo del mese di Aprile…..di seguito vi illustro gli argomenti che sono stati trattati;
1) Referendum del 17 aprile p.v. : il nostro gruppo sta collaborando con il Gas di Galliate per la propaganda relativa a questo referendum; ieri abbiamo compilato la richiesta per ottenere l’autorizzazione al posizionamento di un banchetto in piazza ad Oleggio da istallare domenica 10 c.m.
2) Festa di primavera del 16 Aprile: la festa verrà fatta presso un cascinotto immerso nelle vigne di Mezzomerico dalle 12,00 alle 16,00 circa (visto che è previsto anche un pranzo condiviso). Ieri sera ci siamo confrontati per gli aspetti logistici ma non solo. Mi riservo di darvi maggiori particolari al più presto in una mail relativa a questo solo argomento……
3) Siamo poi ritornati a parlare delle iniziative pensate per come investire l’avanzo di cassa degli scorsi anni. Fabio ci ha messi al corrente che ha contattato un  professore dell’istituto Bonfantini che si è detto interessato al progetto confermando anche la collaborazione con l’istituto di Lesa. Riteniamo opportuno organizzare al più presto un tavolo di discussione in cui mettere nero su bianco le linee guida di tale iniziativa al fine di incontrare poi i Dirigenti degli istituti interessati in modo che possano inserire il progetto nel prossimo anno scolastico. Per l’investimento, invece, riguardante l’attività di Fabio Zignani siamo d’accordo che è necessario sapere le tempistiche in cui lui crede di iniziare i lavori e quindi aver bisogno del nostro contributo…….
4) Fabio riferiva che Anna Gallucci gli aveva accennato l’intenzione di coinvolgerci come Gruppo in iniziative a favore dei migranti ospitati sul nostro territorio. Ne abbiamo preso atto ma la mancata presenza di Anna ci ha impedito di affrontare l’argomento; abbiamo cmq l’intenzione di confrontarci con lei alla prossima occasione possibile.
5) Antonio ci ha messo al corrente che la “Banda Biscotti” si sta facendo promotrice di una nuova iniziativa per la quale oltre ai propri prodotti propone anche l’acquisto di prodotti provenienti da altre istituti di pena. Sono prodotti che non garantiscono la natura biologica degli ingredienti ne l’eticità delle materie prime ma senza dubbio è un’iniziativa con un forte carattere sociale. Abbiamo deciso che Antonio chiederà se è possibile ottenere alcuni di questi prodotti (che pagheremo per conto del GAS) in modo da farceli conoscere e in quella sede chi vorrà potrà anche acquistarne. Decideremo poi se aderire con un ordine vero e proprio. In merito spero di riuscire a inviarvi a breve foto del volantino che promuove l’iniziativa.
La serata si è conclusa con la distribuzione di uova e insalata gentilmente offerti dal nostro amato Presidente……
A presto, Lucia