Archivi tag: cisas

riunione di Aprile

Purtroppo siamo numericamente pochi (vuoi altri impegni, vuoi la bella giornata…).
Presenti: Fabio e Mary di Oleggio, Mirco di Marano, Agostino di Oleggio, Maria Grazia di Castelletto, Daniele di Agrate e Sonia di Bellinzago.
Si è fatto il punto sui tesseramenti.
Per quanto riguarda la filiera del pane è stato distribuito questo sabato il primo pane fatto interamente con la filiera locale. Restano alcuni aspetti tecnici da affrontare per cui si propone un incontro presso la sede del laboratorio di “Nonna fiordaliso” con gli attori della filiera.
A seguito della richiesta di mandorle è emersa la necessità di trovare un nuovo referente dopo la rinuncia da parte di Caterina C. Faccio dunque appello alla vostra buona volontà: chi tra di voi, soprattutto tra chi non è ancora referente, ha voglia di prendersi l’incarico?
Come ogni anno si avvicina il periodo della gita da Enio per rifornirci di vino. E’ stata proposta la data dell’11 maggio. Enio sarà anche presente alla festa del primo maggio ad Oleggio.
Una volta pervenuta la disponibilità da parte dei candidati sindaci per il comune di Oleggio, sarà organizzato un incontro in cui gli verrà posto un questionario su tematiche da noi ritenute importanti. Si individua una persona adatta (che sia neutrale) all’intervista.
Eccoci all’ordine del giorno “dell’ultima ora”: l’utilizzo della stazione per le nostre attività. 
Domenica scorsa Simone F ed Aleandro, Fabio, Mirco, Agostino hanno fatto una biciclettata alla scoperta delle stazioni dismesse a noi più vicine (Bellinzago, Marano, Pombia, Varallo Pombia, Varallo Pombia porto).
Per poter usufruire di questa possibilità è necessario presentare un progetto a Legambiente. Un comitato si occuperà di valutare le proposte pervenute. 
A tal proposito sono emerse tante idee belle ed interessanti. Eccone alcune:
la prima è, ovviamente, farne la sede del gruppo di acquisto (incontri, distribuzione prodotti, scambio e baratto, laboratori di autoproduzione),
ma non mancano possibilità di apertura verso il pubblico come centro di promozione della sostenibilità. 
Mobilità sostenibile (che ne dite di una ciclofficina, o, addirittura, di un B&Bike?)
Incontri sulla filiera corta e nuovi stili di vita.
Turismo sostenibile in collaborazione col Parco del Ticino.
Inserimento di soggetti svantaggiati (collaborazione con i ragazzi del Cisas).
Le possibilità sono tante, ovviamente bisogna verificarne la fattibilità e stilare un progetto da presentare poi a Legambiente, attraverso la delegazione di Galliate che si è resa disponibile a tal scopo. Mirco per il progetto stazioni metterà a disposizione un file per la scrittura condivisa di modo che tutti possano dare il proprio contributo.

verbale incontro del 15 Febbraio 2014

Presenti : Sandro di Oleggio, Daniele di Agrate Conturbia, Sonia di Bellinzago, Agostino di Oleggio, Nadia di Pombia, Mirco di Marano Ticino, Silvia F. di Oleggio, Carlo di Mezzomerico , Fabio e Mary di Oleggio. Elisa educatrice Elios

Assenti giustificati : Antonio e Grazie di Castelletto T, Caterina B. di Oleggio, Anna G. di Oleggio, Davide di Oleggio, Chiara e Lorenzo di Novara,Daniela di Bellinzago, Cisco di Varallo P.,Caterina C. di Oleggio,Silvia e Marcello di Oleggio, Fabio Z. di Novara, Annalisa e Mauro di Arona, Lucia di Mezzomerico.

Elisa educatrice della cooperativa Elios, ci aggiorna sul progetto con i ragazzi disabili, che da più di tre anni ci aiutano nell’incassettamento settimanale .

Ci illustra la nuova modalità di identificazione tramite colori delle cassette , per sopperire alla difficoltà di lettura dei ragazzi .Il metodo sembra funzionale per tutti. I ragazzi saranno per questo periodo 4 : Denny, Isabella, Lalla e Jessica. Cristiano è sempre collaborante ed efficiente.

Ribadiamo la necessità di una stufetta , Elisa ha ripreso nota e ci farà sapere.

Venerdì 7 marzo ore 21.00 al teatro comunale, ci sarà uno spettacolo a cura dei ragazzi del centro e siamo invitati ad assistervi.

Anche quest’anno procederanno con il semenzaio, per cui chi volesse piantine da trapiantare per l’orto a suo tempo faccia sapere.

Daniele , ha preparato le schede che a suo tempo avevamo compilato per l’autovalutazione. Abbiamo affrontato domanda per domanda, riflettendo sulle possibili azioni migliorative.

Sono emerse le seguenti proposte che abbiamo discusso e approvato :

Per i nuovi iscritti, Mirco invierà la lettera di presentazione già predisposta.

Ad ogni incontro prima dell’ inizio, si deve identificare il facilitatore della comunicazione

E’ opportuno che per ogni ordine vi sia  oltre che il referente per i gruppo, anche una persona di appoggio , che dia il suo contributo e si impratichisca della procedura.

In aiuto ad Eleonora, che si è trovata a gestire due ordini consistenti, si è offerto Sandro di Oleggio.

Ad ogni referente verrà inviata la scheda di valutazione del fornitore, da compilare entro il mese di Marzo, per poi procedere al confronto in gruppo delle risultanze.

Fine marzo è anche il termine ultimo per l’iscrizione all’associazione  e il pagamento della quota (attualmente 45)

Il gas di Arona, ha proposto e da parte nostra abbiamo accettato di fare degli acquisti di scarpe astorflex come des, con sede alla casa del popolo .

Per stimolare il baratto, si propone di esporre ad ogni riunione un cartellone con cedo e vorrei, dedicando 10 minuti dell’ incontro agli scambi.

Si propone di stimolare l’autoproduzione in gruppo, anche di nuove attività, quali la pasta, maglia etc.

Gli stimoli che sono arrivati dalla discussione, sono stati molti e molto interessanti. Non siamo riusciti ad esaurire tutti i 20 items. Peccato che eravamo in pochi, spiace per chi non c’era.

Riunione CISAS GASBIO- Progetto Cantiere Verde- 13 Marzo 2013 p/o Sede Consorzio CISAS di Castelletto Ticino

Presenti: per l’associazione GASBIO Fabio C, Daniele T Antonio L, Chiara G ,per il Consorzio CISAS dott.sa Luisa Ferrara, E.P. Barberi Clara, per la Cooperativa Elios E.P. Moretti Simone, E.P. De Boni Federica.
L’incontro di oggi è l’ennesima dimostrazione che siamo un gruppo in quanto Rete. Gruppo quindi come persone che operano a più livelli e svolgono un ruolo cruciale nel determinare le modalità di risoluzione di problemi nonché le possibilità dei singoli individui di raggiungere i propri obiettivi. Al fine di incrementare la densità della nostra rete e quindi il coinvolgimento attivo e l’accrescimento della partecipazione alle attività abbiamo ritenuto opportuno organizzare questo incontro che ha come principale obiettivi :
– Rinnovo convenzione (1 anno) e iniziative di partecipazione e di socializzazione in contesti di comunità;
– Trasporto sperimentale a partire dal 1 aprile 2013 al 1 luglio 2013 al fine di permettere un aumento della partecipazione all’interno della distribuzione di ortaggi;
– Valutazione e partecipazione utenti: Gli educatori presenti hanno illustrato le problematiche comportamentali e le potenzialità formative dei singoli ragazzi coinvolti nel Progetto. Per motivi di Privacy non possiamo in questo Verbale illustrarne i dettagli , ma invitiamo , chi ne sia interessato , a consultare il Verbale Elios contattando i referenti presenti alla riunione

Una riflessione è opportuna: il confronto tra i “i registi” del progetto evidenzia quanto “Il lavoro sociale” che tutti noi stiamo facendo sia di alto livello. La nostra è diventata una preoccupazione pedagogica costante per i ragazzi che sono in formazione attraverso il “Cantiere Verde”: senza che ciò implichi necessariamente azioni formative specifiche e concrete, abbiamo applicato un requisito che ogni azione formativa deve soddisfare:
l’ essere stata concepita in funzione delle caratteristiche della persona

– Riflessione sugli spazi utilizzati per la distribuzione:
o Spazio invernale: sono state individuate come possibilità o l’utilizzo della serra riscaldata oppure la chiusura del garage con un telone;
o Spazio estivo: sono state individuate come possibilità o l’utilizzo serra vecchia oppure il recupero di gazebo.
A questo riguardo si è concordata la necessità di trovarsi per valutare la logistica migliore e il materiale che potrebbe essere necessario recuperare.

– Iniziative e progetti:
o Progetto scuola elementare Verjus di Oleggio: vendita piantine coltivate in serra durante l’attività del GASBIO. Proposta di unire anche Cantiere Verde e aperitivo condiviso con le famiglie dei bambini;
– Varie:
o Cena condivisa: possibilità di utilizzare la palestra del Centro Diurno di Oleggio;
Conclusione:
In ultimo vorrei ricordare a tutti noi che collaborare nello spazio sociale del territorio in questo periodo significa sostenere delle risorse umane che sono schiacciate da un debito di 9 milioni di euro che la Regione deve agli Enti che Gestiscono i Servizi Sociali della Provincia di Novara. I nostri Consorzi Socio Assistenziali hanno bisogno di persone che manifestano idee con le loro mani, la loro presenza e la volontà di fare. Continuiamo così!

Chiara G

incontro di gruppo del 21 Aprile 2012 – mezzomerico

Presenti : Agostino e Ezia di Oleggio, Angela di Oleggio, Annalisa e Mauro di Arona, Antonio e Grazia di Castelletto, Carlo di Mezzomerico, Caterina B. di Oleggio, Caterina C. di Oleggio, Daniele di Agrate, Ena di Agrate, Fabio e Mary di Oleggio, Francesca di Marano, Gianluca di Borgoticino, Lucia di Mezzomerico, Mirco e Nicoletta di Marano, Silvia di Oleggio, Sonia e Simone di Bellinzago, Leonardo di Barengo, Silvana di Castelletto, Alessandro di Oleggio, Monica

Si sono presentati all’assemblea Alessandro  di Oleggio nuovo iscritto e  Francesco e Claudia di Novara.
L’elenco dei presenti è in allegato. Sono assenti con segnalazione: Anna B di Oleggio, Annalisa di Oleggio, Anna e Tonino di Oleggio, Elena di Oleggio,Giuseppina di Oleggio. Per quanto riguarda le assenze è opportuno che chi non può partecipare all’assemblea mensile invii una mail al gruppo o lo segnali tramite un associato all’inizio dell’assemblea.

– Presentazione Laboratorio GASBIO a cura di Luca e Simone.
Luca e Simone con alcune slide ci hanno presentato, con passione, il laboratorio GASBIO che loro coordinano e conducono. Ognuno di noi conosce questa esperienza che è iniziata nell’ottobre del 2010 e gli educatori hanno evidenziato l’importanza di mantenere questo progetto perché il consuntivo di un anno di questa attività ha consolidato nei ragazzi che vi partecipano una sicurezza nel rapporto con le persone e famiglie che partecipano al GAS un’amicizia e un ruolo che gli educatori definiscono importante. Hanno poi evidenziato le finalità educative dell’attività raggiunte e da perseguire quali l’Autostima, l’integrazione, il lavoro in gruppo, l’assunzione di ruolo, l’acquisizione o il perfezionamento di funzioni specifiche (lettura, conoscenza, scrittura, pesatura…). Hanno rilevato importante per i ragazzi il ricevere apprezzamenti per il lavoro svolto come anche il coinvolgimento in momenti più conviviali. Hanno segnalato l’evoluzione del progetto con nuovi e misurati inserimenti e una nuova organizzazione con due gruppi di preparazione del cassettamento per concedere tempi più adeguati all’apprendimento e allo svolgimento delle funzioni. Si è anche pensato su come coinvolgere maggiormente le famiglie sul progetto e si è concordato di far arrivare nelle famiglie una nota congiunta tra GasBio-Educatori e CISAS (Nicoletta si è detta disponibile a proporre una proposta in merito).La partecipazione di Luca e Simone è’ stata colta da tutti come un momento importante che può avere una regolarità di incontro per meglio rispondere alle esigenze del progetto. Grazie a Luca e Simone che oltre ad aver sacrificato parte di un pomeriggio hanno mostrato non solo professionalità ma anche passione nel lavoro e non ultimo e non meno importante hanno messo in luce le potenzialità di questi servizi/percorsi sui quali il Consorzio CISAS con il Direttore Luisa Ferrara da tempo investe risorse importanti dando risposte qualificate al territorio e alle famiglie e che intercetta il sostegno di volontari e associazioni.
– Ri-Organizzazione del Sabato per recupero e distribuzione di frutta e verdura.
Come già anticipato dalla discussione al direttivo sulla riorganizzazione del sabato è stata presentata una proposta che necessita del coinvolgimento di almeno due persone per tutta la mattinata: al sabato le due persone coinvolte devono occuparsi sia del recupero del prodotto a Vanzaghello (dove avviene la distribuzione per 4 Gas – operazione che coinvolge i volontari dei Gas presenti e a rotazione uno di loro ne è il coordinatore) che del cassettamento attivando la seconda postazione di pesatura a supporto del Laboratorio GASBio che coinvolge i ragazzi del CISAS. La scelta delle coppie di persone per il sabato è stata costruita dall’elenco di coloro che ordinano con regolarità frutta e verdura e che non evidenziano impossibilità di presenza al sabato per attività o altre specificità (l’ipotesi è in allegato); la proposta di 14 coppie evidenzia che è possibile e sostenibile l’attività con l’impegno di ognuno una volta ogni 3 mesi circa. Le coppie non sono rigide e possono essere migliorate; in questa fase è importante però che chi non è disponibile lo segnali al gruppo con una mail per poi definire un calendario definitivo e condiviso. A questi si possono associare anche altri come i nuovi associati o anche chi non si serve di questo tipo di prodotti. Sulla proposta o meglio sulla prima parte della stessa (coinvolgimento nel recupero a Vanzaghello anche con due macchine) sono state evidenziate delle non condivisioni e delle perplessità. La discussione ha poi messo in luce la possibilità di un coinvolgimento del gruppo di Galliate che dovrà essere contatto e che potrebbe mettere a disposizione un furgone. Su questo aspetto si è deciso di contattare Gian Luca per un incontro/verifica delle esigenze reciproche e sinergie attuabili. Al termine dell’esposizione da parte di tutti i partecipanti delle proprie posizioni si è condiviso la proposta che comprende:
la divulgazione delle coppie (in allegato al verbale) e la raccolta di chi coinvolto nelle coppie si dichiara non disponibile e di chi non coivolto segnala la sua disponibilità operativa o solo in caso di emergenza (con preavviso minimo garantito)
l’incontro con il gruppo di galliate per valutare eventuali sinergie.

– Gruppi di lavoro: Prodotti-Iniziative- Autoproduzione.
Per l’autoproduzione si segnala il rinvio della saponata e a breve Gian Luca farà girare una mail.
Per il gruppo Prodotti è stato approntato una relazione a cui rimando in allegato.
Ci siamo ritrovati anche per le iniziative (Daniele, Elisa ed io) e per ora è stata solo una riflessione che ha messo in elenco 3 cose: una presentazione del Gas e dei produttori locali a Castelletto Tic alla Casa del Popolo con una cena che dovrebbe coinvolgere il gruppo delle ragazze/i del dolce-salato CISAS; la presentazione di un film: l’economia della felicità di Helena Norberg-Hodge del 2011 ma abbiamo anche altre poposte; iniziative su energie rinnovabili in stretto collegamento con il progetto “Comunità sostenibili” che sarà dettagliato prossimamente in un incontro da tnere con il gruppo energia del Des e altre proposte ancora da approfondire. I gruppi segnaleranno per mail i giorni in cui si incontrano al fine di estendere la partecipazione.

– Partecipazione al progetto “Comunità Sostenibili” a cura del DES
Come già anticipato dal lavoro del direttivo e dalla bozza del progetto che è stata fatta circolare è stato presentato a cura del Des-gruppo energia un progetto al bando “Comunità sostenibili” della Fondazione Cariplo a cui ci è stato chiesto di essere partner con AQLEKOSLAB coop. sociale, il comune di Baveno e il Parco Nazionale della Val Grande. Qualora il progetto trovi una risposta positiva al bando il nostro contributo e impegno è pari a 450 euro e si dovrebbe sostanziare in momenti di formazione e didattica su tecnologie per la produzione e il consumo di energia. Il progetto che ha un costo complessivo di 130.000 euro si rivolge a realtà locali e alle reti che si stanno aggregando attorno al Des dell’Alto Piemonte, favorendole e sostenendole nella loro azione di promozione di un appoggio critico e solidale all’energia.
La tarda ora dovuta ai diversi argomenti non ci ha consentitio di concludere l’odg previsto (Incotro DES – Bilanci di Giustizia – incontro con Bionovara – Tesseramento …); questo impone una riflessione sulla conduzione delle assemblee; limitando i punti in discussione e trovando forme diverse per la condivisione dei diversi argomenti che meritano di essere sia diffusi che valutati.
Prossimo incontro come programmato 19 Maggio ore 15 Mezzomerico
Verbale a cura di Fabio Comazzi

p.s.Nella pagina  divisione compiti/turni l’elenco delle turnazioni ipotizzate